Loading...
Home 2018-03-09T17:00:24+00:00

Hotspot di Lampedusa. CILD, ASGI e IndieWatch: “All’interno della struttura condizioni disumane e violazioni dei diritti umani”

CIBO-LETTO-RUGGINECondizioni drammatiche di vita e sistematiche violazioni dei diritti umani. È la situazione riscontrata all’interno dell’Hotspot di Lampedusa da una delegazione composta da avvocati, ricercatori e mediatori culturali della Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili (CILD), Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI) e IndieWatch che nei giorni scorsi si sono recati sull’isola ed hanno raccolto numerose testimonianze di migranti ospitati nel centro, ben oltre il termine di legge, anche da oltre due mesi.

“La nostra delegazione – dicono Gennaro Santoro di CILD e Giulia Crescini di ASGI – ha potuto appurare come nell’hotspot non esista una mensa e il cibo, che gli ospiti devono consumare in stanza o all’aperto, sia di scarsissima qualità; i water alla turca e le docce sono senza porte ed i materassi sporchi e malmessi”.
“Difficoltà esistono poi nel formalizzare le domande di protezione internazionale e ai richiedenti asilo non viene rilasciato alcun titolo di soggiorno, cosa che impedisce agli stessi di lasciare l’isola e li costringe a vivere nell’hotspot anche per diversi mesi. “Tutto ciò avviene – specificano Santoro e Crescini – nonostante queste strutture fossero pensate per fotosegnalare i migranti entro pochissimo tempo dal loro arrivo”.

L’impossibilità di lasciare l’isola aggrava la condizione degli ospiti, tanto più per quelli che hanno manifestato la volontà di richiedere asilo che, infatti, potrebbero spostarsi liberamente sul territorio italiano, ma l’inadempienza della pubblica amministrazione, che non rilascia il permesso di soggiorno per richiesta asilo, determina una grave lesione del diritto all’autodeterminazione, alla libera circolazione e alla libertà personale di tutti.

Leggi tutto

In evidenza

  • mediazione

I mediatori culturali

giugno 6th, 2017|0 Comments

“Un tronco d’albero può stare in acqua per secoli, non diventa mai un coccodrillo” Mohamed Ba "Vieni a giocare con me", le propose il piccolo principe, sono cosi' triste..." "Non posso giocare con te", [...]

  • game

Mettere in condivisione

giugno 1st, 2017|0 Comments

 “Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole” Philip K. Dick Per IndieWatch [...]

  • progettazione

Trasformiamo le idee in progetti

giugno 1st, 2017|0 Comments

Stressavo il mio cervello per uscire dalla notte, quando stacchi, spezzi, cadi: niente rimedi, a me solo un progetto mi rimette in piedi Assalti Frontali Una piccola impazienza rovina un grande progetto. Confucio È [...]

  • Formazione

La formazione di IndieWatch

giugno 1st, 2017|0 Comments

Ogni parola che non impari oggi è un calcio nel culo domani. Lorenzo Milani Dimmi e io dimentico; mostrami e io ricordo; coinvolgimi e io imparo. Benjamin Franklin Nella formazione IndieWatch utilizza modalità frontali [...]

  • dignità della povertà

Difesa e promozione dei diritti umani

giugno 1st, 2017|0 Comments

“Il cittadino americano medio si sveglia in un letto costruito secondo un modello che ebbe origine nel vicino Oriente, ma che venne poi modificato nel Nord Europa prima di essere importato in America. Egli [...]

Sostienici

Per donare tramite bonifico:

IBAN: IT89G0832703243000000004129 – Banca di Credito Cooperativo – IndieWatch società Cooperativa A R.L.